I 30 anni del Banco Alimentare: la festa ad Aprilia

18

 

“Compagni di Banco: da 30 anni in viaggio”: questo il titolo dell’evento organizzato dal Banco Alimentare del Lazio per festeggiare il trentennale di attività della Fondazione Banco Alimentare anche ad Aprilia, dove da due anni l’Associazione ha la propria sede operativa. La prima parte dell’evento, dal titolo “Due anni ad Aprilia: volti storie e prospettive” ha visto la partecipazione delle istituzioni comunali e di alcune strutture convenzionate, in un dibattito moderato dal direttore del Banco Alimentare del Lazio Matteo Fanelli.  Hanno partecipato il sindaco di Aprilia Antonio Terra e l’Assessore alle Politiche Sociali Francesca Barbaliscia per il Comune di Aprilia, Stefano Rinna (Pastore Chiesa Cristiana Evangelica della Castagnetta) e alcuni ragazzi membri dell’ Associazione Nazzareno Studenti, insieme al direttore generale della Fondazione Banco Alimentare Giuseppe Parma e al Presidente del Banco Alimentare del Lazio Giuliano Visconti. Il direttore Fanelli ha mostrato lo sviluppo dell’attività del Banco Alimentare del Lazio, focalizzandosi su Aprilia: ben 15 strutture convenzionate sono su questo territorio comunale, con oltre 3.500 persone povere assistite. Il presidente Visconti ha dichiarato inoltre che la collaborazione tra il Comune e il Banco Alimentare si intensificherà grazie alla stipula di una convenzione tra i due enti, che prevede la fornitura di prodotti provenienti dal FEAD (Fondo di aiuti europei agli indigenti). 

È stata inaugurata poi la mostra fotografica allestita per celebrare il trentennale del Banco Alimentare: quindici grandi foto d’autore testimoniano l’attività quotidiana dell’organizzazione a favore dei più deboli. Come sottofondo, le voci di donne e uomini che raccontano cosa significhi per loro fare il volontario per il Banco Alimentare. A conclusione della mostra, le parole e le immagini di Papa Francesco contro lo scandalo della fame, di cui soffrono sempre più persone a dispetto dell’attuale ricchezza alimentare in cui viviamo. Antonio Terra, Sindaco di Aprilia, si è così espresso a margine dell’evento: “La presenza del Banco Alimentare dà lustro alla Città di Aprilia e ci riempie di orgoglio. Il Centro Operativo regionale si aggiunge e dà completezza anche alle iniziative di solidarietà messe in campo ogni giorno dalle molteplici organizzazioni cittadine e alle azioni portate avanti dall’Amministrazione comunale in questi anni, dalla mensa sociale al dormitorio comunale per l’emergenza freddo”.Francesca Barbaliscia, Assessora alle Politiche Sociali, ha aggiunto: “Dopo aver fortemente voluto la presenza del Banco Alimentare regionale ad Aprilia, oggi il nostro intento è quello di lavorare ad una maggiore sinergia con il vivace tessuto del volontariato cittadino, anche giungendo ad una collaborazione stabile con la mensa sociale e le organizzazioni che vi lavorano. Lavorando insieme, possiamo valorizzare ancor di più questa importante risorsa per la nostra Città”.

Vedere questo magazzino così cambiato e così vivo – ha raccontato ai presenti Giuseppe Parmami fa vedere cosa è e cosa è diventato Banco Alimentare. E’ spettacolare! Oggi giorno mi domando come facciamo ad aiutare 1 milione e mezzo di persone all’anno in tutta Italia. Quanta passione ci mettiamo, quanta dedizione ci mettiamo! E’ il significato che diamo alla parola “incontro” e alla “persona”. Se non ci fosse questa passione per l’incontro in ognuno di noi e nei nostri amici, tutto questo non sarebbe possibile!”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il presidente Visconti, che ha tenuto a ringraziare pubblicamente l’amministrazione comunale di Aprilia per il supporto dato al Banco Alimentare del Lazio: “Da due anni grazie al Comune ci sentiamo ad Aprilia come a casa nostra. Siamo qui oggi per dire grazie al Sindaco e alla giunta per averci accolti in un momento di difficoltà della nostra Associazione, e per dire grazie ai nostri dipendenti e ai nostri volontari senza i quali la nostra attività sarebbe impossibile”.

A queste parole piene di riconoscenza, il Banco Alimentare del Lazio ha voluto dare anche un segno tangibile alle persone e agli enti che hanno abbracciato insieme all’Associazione l’impegno contro povertà e spreco alimentare, attraverso la consegna degli attestati di amicizia.  Tali attestati sono stati dunque consegnati al sindaco di Aprilia e all’assessore alle Politiche Sociali per il supporto dato come amministratori all’attività del Banco Alimentare del Lazio, ad alcuni membri del precedente consiglio direttivo per aver avviato i primi rapporti istituzionali con l’amministrazione comunale di Aprilia e al primo pilastro del Banco Alimentare del Lazio, ossia i suoi volontari.