Giusfredi candidato sindaco ““Il progetto politico di questa coalizione è un impegno, non la solita promessa elettorale”

129

 

“Il progetto politico di questa coalizione è un impegno, non la solita promessa elettorale. Un impegno con i cittadini per migliorare la loro qualità di vita”. La forza del progetto politico che Giorgio Giusfredi ha ufficializzato questa mattina prima in conferenza stampa presso il point elettorale di via Verdi e a seguire presso l’auditorium dello Sporting Village in via Carroceto, è una “rivoluzione culturale” che si chiama cambiamento, sia nelle persone sia nella mentalità. “Non sono sceso in politica per raccattare voti o persone da candidare –ha detto- ma per realizzare il futuro di questa città attraverso una programmazione degli interventi e una condivisione con i cittadini delle priorità. “Realizziamo il futuro” non è un semplice slogan elettorale ma un impegno nei confronti dei cittadini per far crescere giovani orgogliosi della nostra città”. Il cuore pulsante della coalizione è una sinergia di forze che puntano a questo: il mondo delle professioni per scelta volutamente lontano finora dalla politica attiva ma rappresentativo della società apriliana e che trova il punto di riferimento nella lista “Giusfredi Sindaco”, “Progetto per Aprilia” un contenitore di rappresentanti delle borgate e dei nuclei spontanei della città, il Partito Democratico e Aprilia Futura che portano il valore aggiunto dell’esperienza politica e amministrativa. Poi c’è “Rigenerazione Apriliana” il gruppo di giovani che Giusfredi definisce “il vero futuro della politica apriliana” che confluirà nella lista “Giusfredi sindaco”. Nell’incontro sono intervenuti: Alessandro Mammucari segretario del Partito Democratico, Marianna De Lellis per “Progetto per Aprilia”, Mirco Merli per “Aprilia Futura”, Davide Zingaretti e Oriana Cogliandro per “Rigenerazione Apriliana”. “Rigenerazione Apriliana –spiegano Davide e Oriana- è nata a dicembre. E’ un gruppo di giovani che sta crescendo con il passare del tempo. insieme con tutto il gruppo che è stato compatto e coeso sulla scelta, abbiamo deciso di appoggiare Giusfredi perché il suo progetto ci convince e ci garantisce autonomia”. Rigenerazione Apriliana non si presenta come lista a sé. Del gruppo, sei sono inseriti nella lista “Giusfredi Sindaco” pur mantenendo completa autonomia nelle scelte e nelle proposte. “Quando un giovane vuole fare politica –commenta Giusfredi- questa deve essere capace di mettersi a completa disposizione perché è nei giovani il futuro. Sono orgoglioso di questo progetto che proseguirà nel tempo perché saranno loro i futuri sindaci e assessori della città e devono avere tutti gli strumenti per crescere bene. Le elezioni in questo processo sono un evento di secondaria importanza”. Stesso discorso per la lista “Progetto per Aprilia” che coinvolge rappresentanti delle borgate apriliane. “L’impegno per le borgate non si esaurisce nella promessa elettorale –spiega Giusfredi- avere una lista che sia una spina nel fianco di un’amministrazione è una garanzia che il miglioramento della qualità della vita nelle periferie apriliane è un impegno per noi di primaria importanza. Voterei anche io chi promette di risolvere tutti i problemi delle periferie, ma sappiamo tutti che non c’è la bacchetta magica. Le promesse elettorali andrebbero sottoscritte perché passate le elezioni, la promessa va via ma il voto rimane. Io assumo degli impegni, pochi ma specifici, che una volta eletto, porterò avanti con costanza. Innalzare il livello della qualità della vita nei borghi apriliani non significa solo costruire fogne, strade e lampioni, ma creare le condizioni sociali e culturali per vivere il quartiere. Per mettere in moto questo ragionamento bisogna partire dai punti di forza, anche in considerazione delle problematicità del bilancio comunale. Questi punti di forza da cui partire sono sicuramente l’associazionismo e il volontariato che deve assolutamente essere valorizzato”. “Non faccio la solita politica di chi raccatta persone e voti per comporre la coalizione –conclude Giusfredi- ho preso la strada più in salita: quello del progetto politico e di una squadra che ha l’intenzione di sostenerlo. Per questo ritengo che le elezioni siano di secondaria importanza. In questo schema, ciò che conta sono gli impegni assunti da una squadra che, anche dopo le elezioni, continuerà a lavorare e a crescere in questa direzione per il futuro di Aprilia. La quinta città del Lazio meriterebbe un salto di livello nei servizi offerti ai cittadini e, soprattutto, nella cultura politica”.