Conciliazione dei tempi famiglia-lavoro: il Comune di Aprilia ottiene finanziamento per 240mila euro da Presidenza del Consiglio dei Ministri

 

 

Il Comune di Aprilia si aggiudica un finanziamento di 240mila euro, grazie ad un progetto presentato in risposta ad un bando della Presidenza del Consiglio dei Ministri per le politiche per la famiglia. Il progetto – dal titolo “Lavoro e famiglia: il Comune a sostegno della conciliazione dei tempi” – è risultato secondo nella graduatoria nazionale.

La finalità dell’iniziativa è realizzare un insieme integrato di azioni in grado di supportare le aziende nell’ideazione e adozione di servizi volti a facilitare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro dei propri dipendenti, lavorando su spazi e servizi offerti dagli stessi datori di lavoro.

Il progetto mira ad accrescere a livello locale la consapevolezza dell’importanza di misure volte ad attenuare il conflitto tra l’impegno lavorativo e le responsabilità familiari, promuovendo la creazione di contesti lavorativi “a misura di famiglia”. In particolare, grazie al progetto, verrà istituito un tavolo di lavoro pubblico/privato che concorderà iniziative di sensibilizzazione e promozione delle politiche di conciliazione famiglia lavoro attuabili sul territorio, verranno identificate e diffuse buone prassi e linee guida, verranno offerti nuovi servizi informativi sulle normative ed i finanziamenti esistenti per le imprese. Verrà infine finanziata la sperimentazione di progetti innovativi attraverso contributi a fondo perduto erogati alle imprese.

I fondi per le imprese saranno destinati ad interventi che promuovano un welfare su misura per le famiglie, con l’obiettivo di riequilibrare i carichi di lavoro fra uomini e donne, sostenere le famiglie con disabilità o che si occupano degli anziani, tutelare la salute.

“Siamo molto soddisfatti di questo finanziamento, che ci aiuta ad addentrarci in un ambito importante, come quello della conciliazione dei tempi tra la famiglia e il lavoro – commenta il Sindaco di Aprilia, Antonio Terra – il fine ultimo è sempre quello di migliorare la qualità della vita dei cittadini apriliani. In questo, l’Amministrazione civica si mostra ancora una volta attenta al sociale, che rappresenta sin dall’inizio un pilastro della nostra azione amministrativa e dell’idea di città che ispira il governo del territorio”.

Con il progetto l’Ente si è proposto di assumere un ruolo guida verso l’obiettivo di incentivare a livello locale l’adozione di misure di miglioramento della qualità di vita delle famiglie, affrontando il tema della conciliazione non soltanto come ricerca di soluzioni per esigenze specifiche e personali di uomini e donne, ma anche come miglioramento delle condizioni di vita e lavoro di tutti i cittadini e quindi come crescita economica e competitiva del territorio.