Chorus Reunion il 19 maggio a Roma e Pomezia il 20 maggio ad Aprilia al Teatro Europa

29

 

 

Il 19 maggio, siaprirà la serie di tre concerti vocali dal titolo “Chorus Reunion – Armonie dal mondo.Prima tappa interesserà Roma Capitale, presso la Basilica di San Paolo Fuori delle Mura, dalle ore 15,00.                                                                                              Seconda tappa, sarà la Chiesa di San Benedetto in Pomezia a riunire le 250 voci dell’imponente concerto, dalle ore 19.                                                                               Ultima, il 20 maggio presso il Teatro Europa di Aprilia, dalle ore 17, che sarà presentato da Johnny Passa.                                                                                                                 Un’adunata di cori: Orfeo Atlantida da Barcellona, La Corale Savani di Carpi, Gruppo Corale Cristallo di Roma, il Nisi Vox di Pomezia e Voci Bianche dell’I.C. Pascoli, oltre naturalmente i Liberi Cantores, motore di questa grande manifestazione.                               Per l’importanza del momento il sodalizio organizzatore ha ottenuto i patrocini della Regione Lazio, delle Città di Aprilia, Pomezia e Roma Capitale, Aprilia in Latium e ARCL. e ieri ha presentato il progetto artistico in conferenza stampa presso la Sala Consiliare Luigi Meddi, dinanzi al Sindaco Antonio Terra, il vicesindaco Alessandra Lombardi e l’assessore al turismo Vittorio Marchitti, il dirigente scolastico della Pascoli Giuseppina Izzo e il presentatore Johnny Passa.                                                                                                Suggestivi i brani eseguiti per l’occasione dal Coro di Voci Bianche dell’I.C. Pascoli e la telefonata via Skype, sia con la città di Barcellona, sia con Carpi, rappresentate dai presidenti delle associazioni corali, affinché la partecipazione, seppur in lontananza, fosse collettiva e … corale, con la partecipazione del presidente dei Liberi Cantores, Maria Pia Fenzi, il referente del progetto Katia Sartori e il referente interculturale Laura Zardi.                           Il direttore artistico M° Rita Nuti ha spiegato l’intento della rete associativa tra compagini anche oltre le mura nazionali, per portare la passione per il canto come baluardo culturale apriliano.                                                                                                                                  Gli ingressi a tutte e tre i “teatri” saranno liberi e l’invito è rivolto a quanto più pubblico possibile, per suggellare una occasione di intercultura così imponente e rara.