BILANCIO DI CINQUE ANNI DI AMMINISTRAZIONE PER TERRA

28
Il sindaco in una conferenza di fine anno tocca tutti i settori e il lavoro svolto che ha definito “eccellente”

BILANCIO DI CINQUE ANNI DI AMMINISTRAZIONE PER TERRA

Due i settori considerati i punti forza: i servizi sociali e la differenziata

di Riccardo Toffoli

Servizi sociali e differenziata sono i due punti forti dell’amministrazione Terra. Per il sindaco la conferenza di fine anno è stata un modo per tracciare un bilancio del lavoro fatto in questi cinque anni di governo. Un lavoro che lui stesso ha giudicato “eccellente”. Lo ha sempre detto Antonio Terra che i servizi sociali sono il fiore all’occhiello di quest’amministrazione. L’attenzione particolare anche nel bilancio comunale verso le fasce deboli è un’eredità della giunta D’Alessio che Terra ha proseguito con incisività sicuramente soprattutto in un periodo di grave crisi economica. “Sui servizi sociali –ha detto il sindaco- siamo riusciti a mettere in moto tutto quello che questa compagine politica aveva prefissato. Inoltre siamo riusciti a investire tutti i finanziamenti regionali sulle progettualità. Aprilia oggi, è un punto di riferimento per la gestione del settore. Ereditavamo una situazione molto delicata, dove gli altri comuni del distretto volevano togliere alla città il ruolo di guida. Una novità importante riguarda la capacità di aver eliminato la lista d’attesa per il Giardino dei Sorrisi. E’ una novità importantissima e molto recente, e dimostra l’impegno che quest’amministrazione ha investito sul settore. Tantissimi i progetti portati avanti con successo: parlo del banco alimentare, l’emergenza freddo, una sorta di reddito di cittadinanza per i cittadini in difficoltà economica con la prestazione di servizi a favore della collettività, la mensa. A breve aprirà il centro per le vittime di violenza sulle donne. I soldi per il servizio sociale nel bilancio comunale, sono considerevoli. Io ricordo solo che investiamo tantissimo per coprire i costi del mantenimento dei minori in affido e degli anziani bisognosi nelle Rsa”. Il discorso del sindaco però, si rivolge su tutti i settori del Comune. “Questa del resto –ha detto- non è una conferenza di fine anno. E’ una sorta di bilancio di cinque anni di attività”. Altro fiore all’occhiello per Terra è la differenziata il cui servizio ormai copre tutto il territorio comunale. “Siamo partiti con il 12% -ha spiegato il sindaco- ora siamo sul 70% di differenziata e c’è un risparmio sul costo della bolletta per lo smaltimento dei rifiuti di 80 euro di media a famiglia quest’anno. I risultati quindi, sono arrivati anche dal punto di visto economico. Tanti hanno sbraitato che questo non era vero. I dati lo dimostrano chiaramente: quest’anno le famiglie hanno risparmiato di media 80 euro. E questo è un dato molto positivo ed importante per i cittadini. Se si fa una corretta differenziata, si risparmia anche”. A seguire il sindaco affronta il nodo sulle finanze. “In questi anni –dice- è stato fatto un lavoro importantissimo per la ricostruzione di tutta la banca dati dei contribuenti. Questo ci ha consentito di scovare gli evasori con risultati importantissimi sul punto di vista delle entrate, che sono servizi per la città. Abbiamo avviato un bando per l’Irpef a vantaggio delle fasce più deboli. Questo permetterà a chi rientra nei parametri previsti, di recuperare circa 200 o 300 euro all’anno sull’Irpef comunale. E’ un modo per venire incontro ai cittadini, così come abbiamo fatto per il bando in sostegno delle attività commerciali”. Altro capitolo riguarda la scuola. “Abbiamo chiuso prima di Natale –continua il sindaco- il protocollo d’intesa con le scuole. Diamo 18 euro per ogni bambino alle istituzioni scolastiche per il pagamento delle spese di organizzazione e di gestione delle attività per gli studenti. L’anno scorso a parte, abbiamo liquidato le spese telefoniche. Tra le manutenzione straordinarie, stiamo aspettando solamente la ristrutturazione della Menotti Garibaldi perché non è ancora disponibile il fondo regionale che ci era stato assegnato. Abbiamo ristrutturato di recente le scuole di Campoverde, Montarelli e Campo del Fico. Anche in questo settore, avevamo ereditato una situazione veramente complessa con edifici ridotti a colabrodo. Con il tempo abbiamo attivato una serie di interventi che hanno consentito di recuperare l’emergenza. Anche il progetto della nuova scuola Gramsci, stiamo aspettando che il tribunale vada a sentenza per ottenere la disponibilità del terreno. Una volta avuta questa sentenza, partiremo subito con la gara”. Sui lavori pubblici il sindaco non usa mezze misure: “nonostante le ristrettezze economiche, le difficoltà di recepire i fondi, abbiamo fatto tantissimo”. “Innanzitutto –prosegue- abbiamo finanziato più di qualche opera pubblica direttamente. Ora sono stati affidati i lavori di ristrutturazione del centro Alzheimer, ex Sada che in attesa dell’ultimazione, sarà trasferito nei locali dell’ex Claudia. Grazie alla legge 6 della Regione Lazio abbiamo continuato il risanamento del territorio. Purtroppo anche quest’anno la Regione ha finanziato la legge, con appena 5 milioni di euro. Così possiamo andare avanti a piccoli passi. Per il risanamento delle borgate serve un investimento regionale molto consistente che i fondi comunali non possono sostenere. Abbiamo completato due grandi opere: il depuratore di La Gogna che inaugureremo a breve e l’ampliamento del depuratore di via del Campo che è costato la bellezza di 8 milioni di euro. Progetti finanziati sono anche il mercato coperto e il finanziamento del teatro dell’ex Claudia, oggi affidato alla Compagnia Teatro Finestra. Inoltre grazie a dei protocolli con la rete del gas, abbiamo allargato il servizio a molte borgate e ora anche in zona Lampione”. Intervento molto sentito per il settore urbanistica. “Continuano le molte polemiche su quest’amministrazione riguardo l’urbanistica –ha detto il sindaco- in questi cinque anni di amministrazione abbiamo fatto decollare la variante di recupero dei nuclei spontanei e non abbiamo approvato alcuna variante urbanistica. Un trasferimento di cubature per il Golf Club e via Mascagni”. A domanda specifica sulla ex Freddindustria che dovrebbe passare a residenziale il sindaco non si espone: “è un intervento che non è previsto nel programma elettorale. Di conseguenza i consiglieri comunali sono liberi di chiedere spiegazioni, informarsi e decidere come vogliono”. Buone notizie arrivano per la manutenzione delle strade. Terra ha annunciato che ha stanziato un milione di euro. Tutto il settore della manutenzione, comunque, passerà per la ristrutturazione della Multiservizi. “Questa è un’altra situazione cha abbiamo portato a termine –abbiamo siglato l’accordo con i sindacati per spostare il verde pubblico, il servizio Tari e il servizio cimiteriale dalla Multiservizi alla Progetto Ambiente. Attraverso un accordo di programma che già è in corso, tutte le manutenzioni più complesse andranno in appalto esterno ad una ditta con incarico annuale. In pratica ci sarà un capitolo di bilancio dedicato alle manutenzioni da cui attingere. Il privato effettuerà le manutenzioni sulle strade e sugli edifici in base a dei prezzi fissati sul bando di gara. Anche per la pubblica illuminazione c’è un bando di gara in corso per affidamento esterno. Una volta ultimato tutto questo, verrà generata una nuova azienda che si occuperà solamente del servizio sociale e una piccola squadra di circa 30 dipendenti che si occuperà delle manutenzioni più piccole e delle necessità impellenti come il trasporto e la collocazione delle transenne ecc.”.